Tunisino fugge in bicicletta (e poi a piedi) con ottantanove grammi di eroina

Ultimi articoli
Newsletter

Modena | la polizia combatte un fenomeno dilagante, quello dello spaccio di stupefacenti

Tunisino fugge in bicicletta (e poi a piedi)
con ottantanove grammi di eroina

Lui è un giovane di 28 anni, già noto alle forze dell'ordine. Aveva tentato
di raggiungere in bici la via di fuga, dopo essere stato notato dalla
polizia. La corsa è finita dopo un breve inseguimento in via Muratori

Redazione Online

Involucri come questi erano stati occultati in una busta di cellophane
Involucri come questi erano stati occultati in una busta di cellophane

MODENA | Fugge in bicicletta con 89 grammi di eroina. Uno spacciatore tunisino, G.H., 28enne, già noto alle forze dell'ordine, in Italia senza fissa dimora, è stato arrestato dalla polizia della questura di Modena con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Durante un controllo nella zona del Parco delle rimembranze, gli agenti hanno notato un giovane in bicicletta aggirarsi con fare sospetto e intrattenersi con altri due. Sta di fatto che quando il giovane ha visto la polizia si è dato alla fuga, imboccando via Sigonio. Gli agenti l'hanno inseguito nel tentativo di fermarlo e fare un controllo, e quando l'hanno raggiunto e sbarrato la strada, lui ha abbandonato la bici e proseguito a piedi in via Muratori. Lì ha trovato un'altra pattuglia, che lo bloccato.

89 GRAMMI DI EROINA | Il tentativo di fuga andato male lo ha costretto ad abbandonare la droga che aveva con sé durante il suo tragitto. Il tunisino ha lanciato a terra una busta in cellophane trasparente all'interno della quale c'erano sei involucri di droga, accuratamente sigillati, termosaldati, contenenti eroina per 89 grammi. Addosso, invece, aveva altri quattro involucri, simili a quelli trovani nella busta di plastica, di 6 grammi e mezzo di eroina. La polizia gli ha sequestrato anche il telefono cellulare e cinque banconote da 20 euro. Accompagnato in questura, dopo le formalità di rito è stato trasferito in carcere a disposizione del magistrato.

Sabato 20 ottobre 2012

© Riproduzione riservata

1332 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: